Macerata città aperta, Festa dell’Europa 2016


Fonte: Comune di Macerata (lb)

Per il decennale ricco calendario di iniziative. Dall’11 maggio al via gli Aperitivi

Torna anche quest’anno l’appuntamento con la Festa dell’Europa, organizzata dal Comune di Macerata – Ufficio Politiche Europee in collaborazione con l’associazione Strade d’Europa. Il programma è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il sindaco Romano Carancini, l’assessore alle Politiche giovanili, Federica Curzi,  Giuliana Carassai presidente dell’associazione Strade d’Europa, Silvia Casilio dell’Osservatorio di genere e Letizia Catarini professoressa dell’Istituto tecnico commerciale Gentili di Macerata.

“Un decennale quello che la Festa dell’Europa si appresta a vivere a Macerata importante, non solo per l’ anniversario in sé ma soprattutto per le condizioni attuali che l’Europa vive. E la nostra città  – ha detto l’assessore Curzi che ha ringraziato tutti gli sponsor e i partner istituzionali  – lo dice attraverso una serie di appuntamenti che fanno la Festa e non soltanto con gli Aperitivi. Questa Festa è unica perché è ispirata ai valori dell’Europa, perché si svolge a Macerata, città funzionale e compatta.  La festa è dei giovani, maturi, europei, che l’hanno inventata, è la partecipazione delle loro idee ed è questo che rende l’Europa tale.  E’ una festa dei cittadini, per tutti, per le persone che ogni anno vengono dal territorio e Macerata è pronta ad accoglierle”.

Per celebrare la festa dell’Europa, le istituzioni dell’UE aprono al grande pubblico le porte delle loro sedi di Strasburgo e di Bruxelles e Lussemburgo. Gli uffici locali dell’UE in Europa e nel resto del mondo organizzano una serie di attività ed eventi per un pubblico di tutte le età. Ogni anno migliaia di persone partecipano a visite, dibattiti, concerti e altri eventi organizzati per l’occasione e per avvicinare i cittadini all’UE. La Festa è l’occasione per organizzare attività che avvicinano l’Europa ai suoi cittadini ed i popoli dell’Unione fra loro.

“Macerata resta città aperta – ha affermato il sindaco Carancini riferendosi al fatto che la settimana appena trascorsa ha visto la nostra città protagonista di tanti eventi di successo – e la Festa dell’Europa suggella questa apertura che è il significato stesso dell’iniziativa.  L’incontro, gli aperitivi, il cibo non sono il fine ma lo strumento  per accrescere la consapevolezza che non  si può tornare indietro sull’Europa.  La fonte creativa degli Aperitivi europei, a cui partecipano migliaia di persone,  va verso questa direzione.  La Festa dell’Europa a Macerata è un modello di integrazione ed è la dimostrazione che quando si lavora insieme – ha proseguito il sindaco riferendosi alla partecipazione e alla collaborazione degli esercenti commerciali – la nostra comunità diventa un esempio per altre realtà. L’integrazione di iniziative come è accaduto negli ultimi giorni è la chiave vincente di una città che accoglie”.

A illustrare il programma della Festa dell’Europa che prenderà il via domani  per proseguire fino al prossimo 14 maggio è stata Giuliana Carassai, presidente  dell’associazione Strade d’Europa che ha sottolineato l’ottica di partecipazione dell’iniziativa che vede il coinvolgimento delle forze del territorio come l’Istituto tecnico commerciale Gentili di Macerata e l’Osservatorio di genere.

Aperitivi europei

Per l’occasione a Macerata, oltre a un ricco calendario di iniziative, dall’11 al 14 maggio tornano gli aperitivi europei.

Ben 69 esercenti hanno deciso di aderire alla decima edizione, personalizzando il proprio locale e preparando  piatti e prodotti tipici di uno dei 28 paesi dell’Unione Europea e dei candidati membri. Grazie agli esercenti che ogni anno aderiscono e si impegnano in modo creativo sarà possibile fare un viaggio alla scoperta dei sapori dell’Europa per apprezzare il patrimonio culturale e le tante tradizioni dell’Unione Europea.

Anche in questa edizione è stato indetto un concorso per valutare gli aperitivi preparati: una giuria tecnica di qualità valuterà tutti gli esercizi aderenti sulla base di cinque parametri (rappresentatività delle ricette e utilizzo di prodotti tipici, presentazione del piatto, degustazione, ambientazione e rapporto qualità/prezzo).

Gli studenti dell'ITC che hanno creato il sito per la Festa dell'Europa

Sarà inoltre possibile per tutti far parte della giuria popolare: valutando l’aperitivo degustato online sul sito www.festadelleuropamc.it, realizzato dagli studenti Kinga Jablucka, Daniele Serafini, Beatrice Strappa, Federico Uguccioni della classe 5°F dell’Istituto Tecnico Commerciale A.Gentili di Macerata, coordinati dalla professoressa Letizia Catarini.

 

    

 

Varnelli incontra l’Europa (10 maggio, ore 17, Civica Enoteca). Si tratta di una degustazione guidata  a cura dell’Associazione Provinciale Cuochi Macerata Antonio Nebbia che unisce il gusto dei prodotti Varnelli ad alcune ricette  e aperitivi sfiziosi caratteristici dei paesi europei. L’evento è gratuito con prenotazione obbligatoria allo 0733.234399, dal mercoledì alla domenica dalle10.30 alle 13 e dalle 17 alle 20.

 

 InfoDay e TrainingDay Erasmus+ (11 maggio, ore 10 – 13 e 14 – 16.30, sala banca Marche). Attività di informazione e formazione sul programma Erasmus+ Istruzione e Formazione Professionale VET. L’Agenzia Locale Eurodesk dell’Ambito Territoriale Sociale n°15 di Macerata ospiterà  un importante momento di approfondimento per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al programma comunitario Erasmus+. L’attività sarà l’occasione per avere informazioni ed indicazioni operative, per sciogliere dubbi e porre domande in relazione alle modalità di presentazione di un progetto, alle regole per costruire un budget, all’individuazione degli elementi di qualità di una proposta progettuale interagendo direttamente con l’Agenzia Nazionale Erasmus+ dell’Isfol. Accanto alla sessione informativa mattutina, la dimensione laboratoriale occuperà la seconda parte della giornata. Segreteria organizzativa: associazione Strade d’Europa www.stradedeuropa.it.

 

Concerto Quintorigo Experience (12 maggio, ore 21, piazza Mazzini) In Piazza Mazzini si respirerà un’aria internazionale, oltre i confini d’Europa, in un viaggio senza barriere di spazio e tempo: l’atteso concerto Quintorigo Experience, un omaggio a Jimi Hendrix carico di densissimi umori blues, acidità abrasive e slanci sperimentali. In caso di pioggia il concerto si terrà presso il Teatro Lauro Rossi in piazza della Libertà, ore 21 (ingresso gratuito).

 

Europa a Villa Ficana (12-13-14 maggio, dalle 19 alle 22, cortile municipale). Proiezione del video che raccoglie i percorsi, le esperienze, le impressioni e le riflessioni di quattro ragazzi e ragazze del Servizio Volontario Europeo (SVE – programma Erasmus+) dalle loro città di origine fino al quartiere di terra di Villa Ficana, dove stanno svolgendo servizio presso l’associazione Gruca Onlus.

 

L’identità e la cultura europea nelle collezioni di Palazzo Buonaccorsi (14 maggio, ore 16,30, Palazzo Buonaccorsi). Un percorso tematico, attraverso le opere d’arte di Palazzo Buonaccorsi in collaborazione con Macerata Musei, per scoprire il tema dell’identità europea e le nostre radici tra contrasti e momenti di armonia, tra conflitti  e avvicinamenti,  tra isolamenti  e aperture:  la cultura europea, il suo diffondersi  e la sua storia. Prenotazione allo 0733.256361.

 

Mostre dal 12 al 21 maggio Galleria Antichi forni

Gates No FrontiersLa mostra fotografica Gates No Frontiers è il punto di forza del progetto Walls And Integration: Images Of Europe Building (WAI), progetto che vede capofila il Comune di Macerata, finanziato nell’ambito del programma Europa per i cittadini che vanta tra i suoi partner l’Osservatorio di Genere, l’Istituto Tecnico Commerciale Gentili di Macerata, l’Università degli Studi di Trento, l’Università degli Studi di Padova, l’Universidad de Oviedo (Spagna), SUATEA (sindacato asturiano), Vytautas Magnus University (Lituania), Westfälische Wilhelms-Universität (Germania), University College Cork (Irlanda) e Eotvos Lorand Tudomanyegyetem – Budapest (Ungheria).

Le 42 fotografie che sono parte di questa esposizione raccontano tanto l’Est quanto l’Ovest, rappresentando le storie nazionali di sei paesi europei, Italia, Spagna, Irlanda, Germania, Lituania ed Ungheria, con un focus speciale sull’Ucraina, dal 1950 al1979. Intutte le immagini in esposizione emerge il racconto del processo dell’integrazione europea, della sua complessità, delle sue contraddizioni e dei suoi ritardi.

Tutto il materiale in esposizione sarà consultabile sul sito www.wallsandintegration.com e raccolto in un catalogo e-book, scaricabile gratuitamente dal sito, realizzato dagli studenti dell’ITC “Gentili” con la supervisione della professoressa Letizia Catarini in collaborazione con gli esperti dell’Osservatorio di Genere. WAI (prog. n. 562858-CITIZ-1-2015-1-IT-CITIZ-REMEM, finanziato dal programma Europa per i cittadini).

In occasione della mostra il 12 maggio, alle ore 11, al teatro Don Bosco incontro con Simone Attilio Bellezza (Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trento) su Un immaginario europeo: l’Ucraina dall’Urss all’Euromaidan con le scuole aderenti al progetto.

Dieci anni in viaggio – Una mostra per festeggiare la decima edizione di Festa dell’Europa a Macerata. Eugenio, la mascotte della manifestazione, accompagnerà i visitatori in un viaggio fatto di ricordi, immagini, suoni e foto per rivivere insieme questi 10 anni.

Le mostre saranno vistabili dal lunedì al venerdì, dalle ore 17 alle ore 19 e  il sabato dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 17 alle ore 19.

 

Durante tutta la durata della festa tutti i partecipanti potranno rinfrescarsi gratuitamente con acqua depurata, sia liscia che frizzante, negli stand che ospiteranno i Punti Acqua offerti da Blupura.

 

In occasione della Festa dell’Europa i parcheggi Garibaldi e Sferisterio rimarranno aperti h 24 e saranno gratuiti dalle  ore 20 alle ore 8, l’autisilos Centro storico  sarà  aperto dalle ore 7 alle ore 2 gratuito dalle 20.30 alle 2 mentre il ParkSì  rimarrà aperto dalle 7 alle 24.

 

Aperti anche i bagni pubblici mentre quelli chimici verranno sistemati in piazza Vittorio Veneto.